Rider, se non pedali tu pedala un altro. Tra gig economy e caporalato digitale
8 Giugno 2021
Lo strano caso del giocatore tesserato per infinite squadre
9 Giugno 2021

La vittoria dei catamarani volanti

Il Mar Grande, la casa dei delfini dello Ionio, ha ospitato la SailGP, prima competizione al mondo che sposa tutela dell’ambiente e inclusività di genere

di Salvatore Luigi Baldari

Taranto – È stata un successo internazionale la due giorni che ha trasformato il Mar Grande di Taranto nello stadio della più importante gara di catamarani volanti F50 al mondo, la SailGP.

Otto teams nazionali guidati dalle più note star della vela, provenienti da Nuova Zelanda, Australia, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Spagna e Giappone, il team che si è aggiudicato la vittoria finale della tappa tarantina. Assente purtroppo un team italiano, ancora non competitivo a questi livelli. In ogni caso, a trionfare c’è stata anche un po’ di Italia, dal momento che il flight controller del Japan Team è stato il palermitano Checco Bruni.

SailGP è alla seconda stagione, la prima edizione ha appassionato oltre 250 milioni di telespettatori sui network che hanno trasmesso le gare, oltre al mezzo miliardo di accessi in streaming. La seconda stagione SailGP si sviluppa in otto eventi in altrettante iconiche location di tutto il mondo. Dopo l’evento inaugurale delle Bermuda il 25 e 26 aprile, il Mar Grande di Taranto ha ospitato la seconda tappa nel weekend appena trascorso. Atto finale previsto nella baia di San Francisco.

Il pubblico sugli spalti allestiti per l’occasione e quello sintonizzato su Sky e Raisport, ha potuto ammirare le acrobazie degli F50, catamarani monoposto lunghi 15 metri e larghi 8,8 metri, capaci di superare i 50km/h di velocità.

Il SailGP Race Village installato sul lungomare, nella meravigliosa Rotonda Marinai d’Italianel cuore della città con vista mozzafiato sul Mar Grande, ha accolto migliaia di spettatori e di operatori. È stato possibile anche seguire le regate direttamente dal mare, in barca, grazie alla collaborazione con aziende municipalizzate e diportisti privati.

L’evento è stato inaugurato dal suggestivo passaggio delle frecce tricolore, che nella giornata di Sabato hanno sorvolato il Castello Aragonese e il Ponte Girevole, regalando un’istantanea in grado di divenire una cartolina indimenticabile della città dei due mari.

SailGP è la prima organizzazione sportiva che realizza eventi a impatto climatico positivo, compensando più dell’impronta di carbonio prodotta per la realizzazione del torneo, difendendo un mondo sostenibile, con l’obiettivo di accelerare la transizione verso l’energia pulita.

SailGP si pone in prima linea nella lotta al cambiamento climatico e alle discriminazioni attraverso il progetto ‘Race for the future’ l’anima etica di questa organizzazione, impegnata concretamente nella tutela dell’ambiente e nell’inclusività di genere. SailGP è stata la prima organizzazione al mondo a sottoscrivere l’UN Sport for Climate Action Framework oltre che il primo evento a firmare il World Sailing Sustainability Charter. Col programma Inspire, la federazione collabora con i territori toccati dalle tappe, per lasciare un’eredità concreta alle generazioni future, offrendo istruzione ed esperienze formative. Il programma si articola in tre direttrici: Inspire Learning, concerne l’apprendimento della vela attraverso le materie STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Mathematics) rivolto ai più piccoli di età, dai 9 ai 15 anni. Inspire Careers approfondisce le esperienze formative che possono intraprendersi nello sport e negli eventi global, in generale. La partecipazione avviene a seguito di candidatura e selezione di giovani con età dai 18 ai 23 anni, ragazzi e ragazze in egual numero.

Inspire Racing, infine, è il programma che investe sulla prossima generazione di velisti. Possono accedervi  ragazzi fino ai 21 anni, previa candidatura e selezione. A Taranto questa attività comprenderà l’utilizzo dei mini-catamarani foiling WASZP, 16 imbarcazioni coinvolte in una competizione che coinvolgerà in egual numero ragazzi e ragazze con qualificazioni e premiazioni nell’arco della settimana dedicata al programma Inspire.

L’appuntamento con SailGp sancisce il ruolo strategico di Taranto come Capitale di Mare, al centro del Mediterraneo, unico teatro di regata italiano sotto i riflettori del mondo.

Taranto è stata scelta da SailGP perché il Mar Grande, la casa dei delfini dello Ionio, offre un campo di regata unico per i concorrenti e gli spettatori. Hanno contribuito alla scelta di Taranto anche l’affascinante e millenaria storia della città e la recente svolta nel modello di sviluppo economico cittadino. L’evento rientra nell’ambito di un’importante programmazione di eventi sportivi, tappe di avvicinamento ai XX Giochi del Mediterraneo del 2026, insieme all’avvio di numerosi cantieri di rigenerazione dei principali impianti sportivi in tutti i quartieri del capoluogo ionico e di progetti nuovi, dalla piscina olimpionica al diamante del baseball.

Con il suo porto e le sue industrie, Taranto ha rappresentato per lungo tempo una delle più importanti città per il sistema economico italiano. Oggi, la città sta rapidamente cercando di cambiare pelle e desidera raccontare al mondo questa trasformazione e una nuova immagine di sé, più legata alla cultura, allo sport, all’ambiente, al turismo, al recupero delle sue radici marinare e mercantili, ad un modello di sviluppo più sostenibile. Ospitare un evento prestigioso e al tempo stesso così complesso come SailGP ha rappresentato una prova di maturità e di consapevolezza verso ciò che la attende nel prossimo futuro.