Birmania. La pace, desiderio di tutti
22 Aprile 2022
“Prima l’Italia”, arriva la grande federazione del centrodestra?
26 Aprile 2022

Le mitiche figurine dei calciatori saranno protagoniste all’Asta Bolaffi

Il 12 maggio alcuni pezzi molto rari saranno venduti on line 

di Paolo Trapani 

Per i ragazzini e gli adolescenti degli anni ’60, ’70 e ’80 del secolo scorso erano quotidiane compagne di giochi, oltre che opere da collezione e “merce” da scambiare per completare il prezioso album personale. 

Oggi le figurine dei calciatori esistono ancora ma hanno subito anch’esse l’influenza della modernità e dell’innovazione digitale. A coltivare la passione, infatti, sono più i 50enni che gli adolescenti e gli under 30, generazioni meno inclini a scartare bustine e attaccare figurine e più propense a misurarsi, ad esempio, con le card adrenalyn.

Proprio per questi motivi, però, Bolaffi lancia la prima asta certificata di figurine. La vendita all’incanto avverrà il prossimo 12 maggio con la modalità on line (attraverso il sito www.astebolaffi.it) e verranno messi all’asta 224 lotti di figurine.

Tra queste non ci saranno solo calciatori, ma anche altri miti dello sport e della musica. Verrà ad esempio messa in vendita la figurina di Ayrton Senna che guida la mitica Toleman nel 1984 (all’inizio della sua straordinaria carriera in formula uno): base di partenza dell’asta 1.500 euro.

All’incanto inoltre si venderà la figurina dell’esordiente ciclista Gino Bartali, anno 1935, con prezzo di partenza fissato a 500 euro. 

Ed ancora: Cassius Clay, anno 1966, con la figurina della sua squalifica dopo il rifiuto dell’arruolamento per il Vietnam. Base d’asta: 300 euro. Per la musica, poi, verrà venduta la figurina di Michael Jackson, che nel 1972 fece la sua apparizione su una figurina (aveva solo 14 anni). In questo caso la base d’asta è fissata a 500 euro.

Le figurine dei miti sportivi, calciatori in primis, sono quotidianamente oggetto di “scambi” e “compravendite” on line, ad esempio sulle piattaforme tipo eBay o su tantissimi gruppi Facebook: il mercato è fecondo, foraggiato naturalmente da appassionati e collezionisti alla continua ricerca di pezzi pregiati e introvabili. La novità del prossimo 12 maggio però è che l’iniziativa della Bolaffi vanta il crisma dell’autenticita’ con tanto di certificazione. Inoltre si tratta di figurine mai attaccate all’album. Quelle staccate, infatti, che circolano anche in quantità importanti tra gli appassionati, hanno un valore molto inferiore proprio perché più facili da trovare. 

Tra i pezzi pregiati, che sarà  possibile conquistare con l’asta Bolaffi di maggio, c’è anche una figurina di Roberto Baggio del 1985 ma in versione sbagliata. Edis, infatti, pubblicò la sua immagine adesiva e quella di Paolo Monelli, attaccante della Fiorentina, invertendo i due nomi. Qui la base d’asta (lotto 95) è di 1.000 euro. Inevitabile anche l’asta per la figurina del mitico portiere Pizzaballa, tra le più ricercate già negli anni ’70 ed oggi oggetto di culto dei collezionisti. 

Si vedrà quanta partecipazione si registrerà all’iniziativa della Bolaffi ma c’è da scommettere che i valori economici di acquisto dei pezzi più pregiati non saranno affatto bassi. 

Negli Usa il giro di affari annuale è di decine di milioni di dollari. Anche in Italia i collezionisti sono migliaia e sempre pronti all’acquisto ardito e dispendioso.