Un botellón bolognese su Chatroulette. L’esperimento virtuale della band “Acusticazzi”
21 Marzo 2021
Israele alle urne. È la quarta volta in due anni
23 Marzo 2021

Criptomining, la miniera di bitcoin sotto la Madonnina

di Mirko Giustini

Prossima fermata Piazza Affari. Le ambizioni di Criptomining, azienda estrattrice di bitcoin, crescono insieme ai suoi risultati nel cloud-mining. Il processo consiste nella  possibilità di estrarre criptovalute usufruendo di una piccola parte della capacità estrattiva di un’altra realtà, pagando solo per l’energia consumata. E solo con l’interesse dei player istituzionali che il mining ha acquisito fiducia. «La capitalizzazione del bitcoin – ricorda il co-founder Elio Viola – ha di recente superato i 450 miliardi di euro e, dal centro di Milano, siamo contenti di poter fare la nostra parte, così da continuare a sostenere la crescita del settore».

Investendo quanto ricavato dalla raccolta fondi sulla piattaforma di crowdfounding Opstart, l’impresa sogna di espandersi sul mercato dei bitcoin. «Crediamo nelle criptovalute, anche in ottica futura, ed è proprio per questo che stiamo triplicando la nostra capacità estrattiva, il tutto grazie a un accordo con la cinese Bitmain, che ci fornirà tutte le apparecchiature necessarie – così il ceo Matteo Moretti –. Le nostre macchine saranno poi messe a disposizione di tutti: chiunque potrà decidere di minare bitcoin, senza alcun investimento fisso iniziale, prendendo in affitto una parte, anche minima, delle nostre apparecchiature, Senza dimenticare che il bitcoin è oramai considerato una vera e propria riserva di valore, sulla scia dell’oro, con l’unica differenza che i bitcoin sono acquistati soprattutto dai millennials».

Criptomining nasce come risposta a quegli investitori che chiedono di investire in criptovalute senza incorrere nel rischio della volatilità dei mercati. La società è attualmente valutata due milioni di euro e nel 2024 conta di superare i 2 milioni di euro di fatturato. Entro fine anno poi intende lanciare una nuova sezione all’interno della propria piattaforma aziendale, in cui verranno consigliate le migliori criptovalute in fase di lancio. Per farsi conoscere meglio dai clienti la ditta organizza visite guidate alla farm, mostrando le modalità e le apparecchiature attraverso le quali vengono estratte le criptovalute.