Marco Bellinzona

9 Maggio 2022

Il diritto di aborto negli USA. La storia di una legge mai esistita

L’avrebbero chiamata Jane Roe, per tutelarne la privacy durante i processi, ma il suo vero nome era Norma McCorvey. Incinta del terzo figlio, nel 1970 Norma si presentò a un tribunale di Dallas per chiedere l’aborto. Per farlo, dovette mentire: dichiarò di essere stata stuprata
29 Aprile 2022

Putin non è la Russia, la Russia non è Putin

La cosa più curiosa del principale oppositore di Putin, in tutta la sua straordinaria vicenda politica, sono i suoi legami con gli ambienti di destra
17 Marzo 2022

Le Grandi Dimissioni in Italia. Una nuova cultura del lavoro?

Nel giro di tre mesi, da ottobre a dicembre 2021, 559mila lavoratori italiani si sono dimessi volontariamente dal proprio posto di lavoro. È il dato più alto registrato nell’ultimo decennio
31 Gennaio 2022

Il prezzo della sanità negli USA. Healthcare e health insurances

Senza assicurazione, negli States le spese ospedaliere sono interamente addebitate al paziente. I prezzi sono dell’ordine delle migliaia, che si tratti di un intervento o di un parto in ospedale. Partorire negli Stati Uniti, per esempio, costa mediamente 10.808$. È il prezzo più alto al mondo, secondo un ranking aggiornato al 2018, tant’è che ogni anno 56mila famiglie americane rischiano di finire sul lastrico per le spese di gravidanza
21 Dicembre 2021

Union of Equality. Dietro un “attentato alla cristianità”, il desiderio di includere ogni persona

A Lussemburgo sta già nevicando. È dicembre, per fortuna ti sei vestito pesante. Ma il freddo non smorza il tuo entusiasmo, perché finalmente è arrivato il gran giorno. Hai vinto un concorso indetto dall’UE, ti hanno premiato di quel progetto per cui hai tanto lavorato. Di cosa si tratti, qui, non ci interessa. Importa invece che il pubblico a cui lo stai per presentare è multiculturale: al di là di una piccola percentuale di cattolici credenti, tutti gli altri sono musulmani, ebrei o semplicemente atei
17 Novembre 2021

Giorgetti e Salvini, due Leghe in una. Il Carroccio fra Europa, sovranismo ed estrema destra

E alla fine dei giochi, ha confessato di non saperci fare coi giornalisti. Il che è curioso, dopo aver quasi innescato una crisi interna al suo stesso partito. Ma in effetti non è mai stato un grande comunicatore. Di recente, per esempio, ha definito Salvini «un campione di incassi nei film western». Se non fosse che l’epoca delle scazzottate à la Bud Spencer è finita e il leader della Lega, a suo dire, farebbe bene a ripiegare sul ruolo più umile di «attore non protagonista, ma in un film candidato agli Oscar»